235385

 

Commenti recenti

  • gianfranco 27.03.2015 22:02
    salve mi chiamo gianfranco sono legalmente separato da 4 anni con una figlia di 18 ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:51
    per chi non l,avesse fatto leggete anche i libri(almeni uno) di claudio Risè e ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:49
    è tuuto vero ,la situazione dopo la legge sull'affido condiviso è solo leggermente ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:42
    bene tutte le iniziative che portano a rendere il problema dei minori nella ...

    Leggi tutto...

     
  • MASCHIO SELVATICO 07.10.2013 13:33
    CONDIVIDO L'ARTICOLO PURTROPPO SIA LA MAGISTRATURA CHE I GIORNALISTI DIFENDONO ...

    Leggi tutto...

     
  • lupoblu 26.09.2013 16:09
    e' tutto vero

    Leggi tutto...

     
  • Uomo pensante 26.08.2013 11:29
    E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ...

    Leggi tutto...

Archivio Notizie



Avviso

Niente pensione di reversibilità se il mantenimento non è disposto dal giudice

Studio Cataldi

Per la Cassazione, il solo accordo tra ex coniugi sulla corresponsione di un assegno divorzio non basta per far sorgere il diritto al beneficio previdenziale

di Valeria Zeppilli - Il diritto alla pensione di reversibilit per il coniuge divorziato subordinato alla circostanza che il superstite fosse titolare dell'assegno di mantenimento.

A prevederlo l'articolo 9 della legge numero 898/1970, al quale la Corte di cassazione ha ora aggiunto un tassello in pi.

Gli accordi tra coniugi non bastano

Con l'ordinanza numero 25053/2017 qui sotto allegata, la sezione lavoro ha infatti chiarito che, per il riconoscimento del predetto diritto, non bastano la semplice debenza in astratto di un assegno di divorzio n la percezione in concreto del mantenimento se queste non derivano da una liquidazione del giudice.

In altre parole, se l'assegno che il defunto corrispondeva all'ex coniuge era frutto di semplici convenzioni intercorse tra le parti, la reversibilit non spetta.

La vicenda

Nel caso di specie la moglie, superstite, quando l'ex marito era ancora in vita percepiva da quest'ultimo un importo mensile che, per, non era stato determinato nella sentenza di divorzio. La corresponsione della somma, infatti, era derivata da un accordo che i coniugi avevano raggiunto in sede di udienza presidenziale, al quale, tuttavia, non era seguita alcuna domanda di riconoscimento dell'assegno divorzile per via della contumacia della donna. Di conseguenza, quando il Tribunale aveva poi pronunciato il divorzio, non aveva potuto far altro che dare atto in motivazione dell'accordo senza tuttavia statuire in alcun modo sul punto.

Di conseguenza, ora che il marito deceduto, alla ex moglie vedova non spetta alcun importo a titolo di pensione di reversibilit.

Fonte: https://www.studiocataldi.it/articoli/27935-niente-pensione-di-reversibilita-se-il-mantenimento-non-e-disposto-dal-giudice.asp

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna