268327

 

Commenti recenti

  • gianfranco 27.03.2015 22:02
    salve mi chiamo gianfranco sono legalmente separato da 4 anni con una figlia di 18 ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:51
    per chi non l,avesse fatto leggete anche i libri(almeni uno) di claudio Risè e ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:49
    è tuuto vero ,la situazione dopo la legge sull'affido condiviso è solo leggermente ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:42
    bene tutte le iniziative che portano a rendere il problema dei minori nella ...

    Leggi tutto...

     
  • MASCHIO SELVATICO 07.10.2013 13:33
    CONDIVIDO L'ARTICOLO PURTROPPO SIA LA MAGISTRATURA CHE I GIORNALISTI DIFENDONO ...

    Leggi tutto...

     
  • lupoblu 26.09.2013 16:09
    e' tutto vero

    Leggi tutto...

     
  • Uomo pensante 26.08.2013 11:29
    E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ...

    Leggi tutto...

Archivio Notizie



Avviso

Figlio gay fuori di casa: sì all`assegno di mantenimento

Studio Cataldi

Disposto dal tribunale di Napoli l'obbligo di mantenimento per i genitori del 18enne mandato via di casa dalla madre perch omosessuale

di Gabriella Lax - Una donna aveva mandato via da casa il figlio gay appena diciottenne ed il fidanzato, ma il tribunale stabilisce per lui l'assegno di mantenimento. Come riporta il sito di Arcigay Napoli, lo ha deciso un'ordinanza del tribunale di Napoli Nord che ha riconosciuto da parte dei genitori l'obbligo di mantenimento in favore di Francesco, il ragazzo protagonista della vicenda che ha colpito l'opinione pubblica e che stata messa in evidenza anche dalla stampa nazionale e dalla tv. Salvatore Simioli, legale dello sportello della sezione partenopea dell'associazione, si costituito a difesa del ragazzo nel giudizio di separazione giudiziale dei genitori. E' stata ammessa dal giudice Valentina Ferraro la costituzione del figlio, maggiorenne, che ha chiesto la modifica dei provvedimento del Presidente del Tribunale in merito all'assegnazione della casa familiare e dell'assegno di mantenimento.

Il giovane era stato mandato via di casa dalla madre al compimento del diciottesimo compleanno, nonostante il tribunale avesse assegnato la casa alla madre come affidataria dei figli.
L'ordinanza chiarisce che il figlio "non convive con la madre per mancato consenso manifesto della stessa", e ancora che lo stesso, "anche se maggiorenne non ha raggiunto l'indipendenza economica e pertanto risulta beneficiario della assegnazione della casa familiare in quanto e se convivente con la madre; e che pertanto non risulta data piena esecuzione all'ordinanza presidenziale" che riconosceva il diritto anche al giovane di vivere nella casa familiare. Le richieste del diciottenne sono state parzialmente accolte, e il giudice ha stabilito che i genitori versino al ragazzo ogni mese un assegno di mantenimento.

Fonte: https://www.studiocataldi.it/articoli/27741-figlio-gay-fuori-di-casa-si-all-assegno-di-mantenimento.asp

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna