237651

 

Commenti recenti

  • gianfranco 27.03.2015 22:02
    salve mi chiamo gianfranco sono legalmente separato da 4 anni con una figlia di 18 ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:51
    per chi non l,avesse fatto leggete anche i libri(almeni uno) di claudio Risè e ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:49
    è tuuto vero ,la situazione dopo la legge sull'affido condiviso è solo leggermente ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:42
    bene tutte le iniziative che portano a rendere il problema dei minori nella ...

    Leggi tutto...

     
  • MASCHIO SELVATICO 07.10.2013 13:33
    CONDIVIDO L'ARTICOLO PURTROPPO SIA LA MAGISTRATURA CHE I GIORNALISTI DIFENDONO ...

    Leggi tutto...

     
  • lupoblu 26.09.2013 16:09
    e' tutto vero

    Leggi tutto...

     
  • Uomo pensante 26.08.2013 11:29
    E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ...

    Leggi tutto...

Archivio Notizie



Avviso

Paga il danno da alienazione parentale la mamma che non fa vedere il figlio all’ex

Per il Tribunale di Roma il danno al diritto costituzionalmente garantito alla genitorialità può essere liquidato in forma equitativa

La sindrome dell’alienazione parentale è ormai ufficialmente parte dei ragionamenti fatti all’interno delle aule di giustizia.

Tra le diverse sentenze che ne hanno parlato c’è anche la numero 18475/2015 emessa dalla prima sezione civile del Tribunale di Roma.

Con essa, in particolare, il giudice capitolino ha condannato una donna a risarcire il danno non patrimoniale derivante dalla PAS, cagionato all’ex marito facendo di tutto per distruggere i rapporti tra questo e la loro figlia minore.

Dato che il diritto alla genitorialità è un diritto costituzionalmente tutelato, il relativo danno può essere liquidato in forma equitativa, valutandolo come una lesione di interessi inerenti alla persona e non connotati da una rilevanza economica.

All’uomo spettano 20mila euro: i rapporti con la figlioletta, a seguito della separazione dalla ex, sono stati interrotti per oltre nove anni a causa della sistematica denigrazione fatta dalla donna e degli ostacoli da questa posti al rapporto padre/figlia.

Peraltro, già in sede di separazione la sussistenza della sindrome era stata ipotizzata dal CTU.

Oggi dalle conseguenze di essa non si può più scappare e la donna non può non rispondere del non aver fatto nulla affinché la piccola maturasse un atteggiamento psicologico favorevole allo sviluppo di un equilibrato rapporto con il papà.

La forte sofferenza cagionata all’ex va indennizzata.

Fonte: http://www.studiocataldi.it/

Fonte: http://www.papaseparatiliguria.it/paga-danno-alienazione-parentale-la-mamma-non-vedere-figlio-allex/

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna