254118

 

Commenti recenti

  • gianfranco 27.03.2015 22:02
    salve mi chiamo gianfranco sono legalmente separato da 4 anni con una figlia di 18 ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:51
    per chi non l,avesse fatto leggete anche i libri(almeni uno) di claudio Risè e ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:49
    è tuuto vero ,la situazione dopo la legge sull'affido condiviso è solo leggermente ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:42
    bene tutte le iniziative che portano a rendere il problema dei minori nella ...

    Leggi tutto...

     
  • MASCHIO SELVATICO 07.10.2013 13:33
    CONDIVIDO L'ARTICOLO PURTROPPO SIA LA MAGISTRATURA CHE I GIORNALISTI DIFENDONO ...

    Leggi tutto...

     
  • lupoblu 26.09.2013 16:09
    e' tutto vero

    Leggi tutto...

     
  • Uomo pensante 26.08.2013 11:29
    E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ...

    Leggi tutto...

Archivio Notizie



Avviso

Imu e Tasi: il coniuge superstite deve pagare per il diritto di abitazione

L’acquisto del diritto di abitazione comporta anche l’acquisto della soggettività passiva per il pagamento delle imposte sull’immobile

di Valeria Zeppilli – I contribuenti molto spesso devono confrontarsi con numerosi interrogativi in materia di versamento delle imposte. Comprendere chi è tenuto a pagare cosa e quando deve farlo, infatti, non sempre è così semplice.

Ad esempio: in caso di decesso del proprietario dell’immobile chi è astrattamente tenuto a pagare l’Imu e la Tasi? A molti sarà capitato di porsi questa domanda e, in effetti, la risposta non è scontata.

Specie se a morire sono un marito o una moglie.

Come noto, infatti, il coniuge superstite, al decesso dell’altro, acquista il diritto di abitazione sulla casa (si badi bene) di proprietà del defunto o in comproprietà con quest’ultimo, che sino a quel momento era adibita a residenza familiare.

La peculiarità di tale circostanza è che il coniuge che diviene titolare del diritto di abitazione diviene anche il soggetto passivo delle predette imposte gravanti sugli immobili.

Ma i casi in cui la soggettività passiva di Imu e Tasi è peculiare non finiscono qui. A quello appena visto, infatti, si affianca il caso in cui il coniuge superstite acquisisca a qualsiasi titolo il diritto di usufrutto della casa adibita a residenza familiare che non era di proprietà del defunto o in comproprietà di marito e moglie, ma apparteneva ai figli.

Se manca l’usufrutto, però, in tale ipotesi a dover astrattamente pagare le imposte sono proprio i figli.

Occorre da ultimo sottolineare che, nell’analizzare queste problematiche, più volte si è usato il termine “astrattamente” per evitare di far passare inosservata una circostanza che invece, in argomento, merita particolare attenzione: da quest’anno, infatti, Imu e Tasi sulla prima casa non si pagano e il problema assume una rilevanza decisamente minore! (leggi: “Prima casa: chi paga Imu e Tasi il 16 giugno?”).

Fonte:www.StudioCataldi.it

Fonte: http://www.papaseparatiliguria.it/imu-tasi-coniuge-superstite-deve-pagare-diritto-abitazione/

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna