289721

 

Commenti recenti

  • gianfranco 27.03.2015 22:02
    salve mi chiamo gianfranco sono legalmente separato da 4 anni con una figlia di 18 ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:51
    per chi non l,avesse fatto leggete anche i libri(almeni uno) di claudio Risè e ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:49
    è tuuto vero ,la situazione dopo la legge sull'affido condiviso è solo leggermente ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:42
    bene tutte le iniziative che portano a rendere il problema dei minori nella ...

    Leggi tutto...

     
  • MASCHIO SELVATICO 07.10.2013 13:33
    CONDIVIDO L'ARTICOLO PURTROPPO SIA LA MAGISTRATURA CHE I GIORNALISTI DIFENDONO ...

    Leggi tutto...

     
  • lupoblu 26.09.2013 16:09
    e' tutto vero

    Leggi tutto...

     
  • Uomo pensante 26.08.2013 11:29
    E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ...

    Leggi tutto...

Archivio Notizie



Avviso

“La condivisione della genitorialità: strategie efficaci ” – La Spezia 16 Ottobre 2015

image

La legge 8 febbraio 2006, n. 54,“Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affida-mento condiviso dei figli”, è entrata in vigore il 16 marzo 2006.

Tale legge doveva, sancire il principio della bigenitorialità, che si realizza con  l’esercizio di una genitorialità paritaria, cioè entrambi i genitori assumono le decisioni che riguardano i loro figli.

Oggi, dopo 10 anni dall’entrata in vigore della legge sull’affidamento condiviso, molti passi sono stati fatti verso l’affermazione del principio della bigenitorialità, grazie alle lotte delle associazioni di genitori separati presenti in tutte le regioni, ma anche semplici cittadini, di operatori del diritto e servizi sociali illuminati.Molta strada rimane ancora ancora da fare, per realizzare una reale Bigenitorialità, come dimostrano fatti di cronaca recenti che attestano come ancor oggi, a seguito di una separazione coniugale o della cessazione di una convivenza, sia difficile condividere la genitorialità rispetto ai propri figli, se infatti può cessare il matrimonio o una convivenza di fatto, ciò che rimane in vita, e per sempre, è il rapporto genitoriale.

Le ragioni di tali difficoltà sono molteplici, dalla problematicità a gestire un conflitto talvolta molto acceso, ad alcuni pregiudizi culturali negativi nei confronti, in particolare, della capacità dei padri di assumersi le responsabilità genitoriali, al desiderio, in taluni casi, di punire l’altro genitore.

image

Si creano situazioni in cui un genitore, quasi sempre il padre viene estromesso dalla vità del minore , messo nella condizione di non avere le risorse minime di sopravvivenza.

Ogni minore, tuttavia, ha bisogno di un padre e di una madre per crescere sano, e dalla felicità di questi bambini dipende il benessere della società tra qualche anno.

Per tale ragione riteniamo di fondamentale importanza promuovere innanzitutto una cultura della bigenitorialità, che si diffonda nei Tribunali, così come in tutti gli ambiti della società, al fine di garantire un’effettiva applicazione dei provvedimenti giurisdizionali che affidano i figli ad entrambi i genitori.

Un convegno a La Spezia dove la grande presenza di militare padre vive delle situazioni di estrema fragilità e di discriminazione, con l’obiettivo non tanto quello di trovare soluzioni immediate, bensì di promuovere un confronto tra i vari settori della società civile e militare, al fine di individuare insieme strategie efficaci affinché nessun bambino debba essere costretto, contro la propria volontà, a crescere senza la presenza costante di uno dei genitori.

Il  Presidente protempore

Mauro Lami

Fonte: http://www.papaseparatiliguria.it/la-condivisione-della-genitorialita-strategie-efficaci-la-spezia-16-ottobre-2015/

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna