252407

 

Commenti recenti

  • gianfranco 27.03.2015 22:02
    salve mi chiamo gianfranco sono legalmente separato da 4 anni con una figlia di 18 ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:51
    per chi non l,avesse fatto leggete anche i libri(almeni uno) di claudio Risè e ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:49
    è tuuto vero ,la situazione dopo la legge sull'affido condiviso è solo leggermente ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:42
    bene tutte le iniziative che portano a rendere il problema dei minori nella ...

    Leggi tutto...

     
  • MASCHIO SELVATICO 07.10.2013 13:33
    CONDIVIDO L'ARTICOLO PURTROPPO SIA LA MAGISTRATURA CHE I GIORNALISTI DIFENDONO ...

    Leggi tutto...

     
  • lupoblu 26.09.2013 16:09
    e' tutto vero

    Leggi tutto...

     
  • Uomo pensante 26.08.2013 11:29
    E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ...

    Leggi tutto...

Archivio Notizie



Avviso

N.8096/15 – revocabile la sentenza di separazione e divorzio se lui ha occultato le condizioni economiche

 

La sentenza che ha recepito accordi di separazione consensuale o di divorzio congiunto, può essere revocata se si scopre che lui ha dolosamente occultato le sue condizioni patrimoniali per ottenere condizioni economiche più favorevoli.È quanto emerge dalla sentenza della Cassazione n. 8096 del 21 aprile 2015 (qui sotto allegata) in cui gli Ermellini si sono occupati del caso di un ex marito che aveva simulato la vendita della sua azienda per poi farla riacquistare dalla sua nuova compagna.

ADVERTISEMENT

Con questo espediente era riuscito a concordare un assegno di mantenimento più contenuto rispetto alla sua reale capacità patrimoniale.

Anche se il Tribunale non aveva fatto altro che recepire l’accordo tra i coniugi,  la successiva scoperta del raggiro ha fatto scattare una domanda di revocazione della sentenza.

E alla donna è stata data ragione essendo riuscita a dimostrare che la vendita della società (fatta oltretutto a un prezzo irrisorio) era simulata e che la capacità reddituale dell’ex marito era molto più consistente.

Sotto il profilo procedurale non si è trattato di dichiarare la nullità dell’accordo, quanto di revocare la pronuncia di separazione o divorzio vertendosi in un tema di dolo revocatorio.

Fonte: www.StudioCataldi.it

Questo articolo è stato pubblicato in Mantenimento, Mantenimento e contrassegnato come 2015, Corte di Cassazione, Mantenimento, Separazione&Divorzio da Redazione . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Fonte: http://www.papaseparatiliguria.it/?p=8643

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna