237664

 

Commenti recenti

  • gianfranco 27.03.2015 22:02
    salve mi chiamo gianfranco sono legalmente separato da 4 anni con una figlia di 18 ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:51
    per chi non l,avesse fatto leggete anche i libri(almeni uno) di claudio Risè e ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:49
    è tuuto vero ,la situazione dopo la legge sull'affido condiviso è solo leggermente ...

    Leggi tutto...

     
  • bruno 04.11.2014 20:42
    bene tutte le iniziative che portano a rendere il problema dei minori nella ...

    Leggi tutto...

     
  • MASCHIO SELVATICO 07.10.2013 13:33
    CONDIVIDO L'ARTICOLO PURTROPPO SIA LA MAGISTRATURA CHE I GIORNALISTI DIFENDONO ...

    Leggi tutto...

     
  • lupoblu 26.09.2013 16:09
    e' tutto vero

    Leggi tutto...

     
  • Uomo pensante 26.08.2013 11:29
    E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ...

    Leggi tutto...

Archivio Notizie



Avviso

IL GIORNO del 03.07.13 - Soli e dissanguati dagli alimenti Apre la casa per padri separati

Cantù, 3 luglio 2013 - Sono i più soli tra gli uomini i padri ai quali un giudice ha sottratto i propri figli, assegnati alla madre da un Tribunale al termine di una separazione spesso complicata e dolorosa. Dopo aver perso la casa, dissanguati dagli alimenti questi padri soli spesso finiscono per essere i nuovi poveri, magari con la beffa di non poter riabbracciare, una volta alla settimana quando è concesso loro, i figli perché non hanno uno spazio degno dove poterli ricevere. Una situazione di profondo disagio al quale ha voluto dare una risposta don Andrea Cattaneo, presidente della Casa Ballerini che proprio in città ha voluto fondare il primo esempio di «Casa per papà separati dai figli».

«Abbiamo scelto il caso con molta attenzione - spiega don Andrea - perché sta ad indicare la condizione diffusa di quei padri che sono impossibilitati, sia per gli attuali orientamenti restrittivi della giurisprudenza, sia per una serie di discriminazione e di violazione di legge, a svolgere il loro ruolo educativo. Nella realtà attuale il padre è spesso relegato al ruolo d'erogatore di un assegno mensile o a quello di genitore del tempo libero, dello svago, in una condizione sostanzialmente marginale e secondaria rispetto la madre, con tanti saluti ai principi dell'eguaglianza stabilita dalla Costituzione».

Nella casa i padri imparano a riappropriarsi della loro genitorialità. Ci sono la mensa e la cucina, il locale adibito agli incontri protetti con vetri unidirezionali, un grande salone per le attività ricreative, tutto in 340 metri quadri ai quali vanno aggiunti il giardino con parco giochi di 2mila metri quadri. La struttura accoglierà sino a sette padri in camerette singole con bagno. All'interno della cameretta vi sarà il posto letto anche per i figli che nel fine settimana potranno, in base agli accordi stabilità dall'autorità competente, incontrare i papà.

«Nella separazione non ci siano genitori di serie A e di serie B - conclude don Andrea - ma occorre sviluppare un rapporto di collaborazione e di dialogo fra i genitori separati in funzione dell'interesse dei figli. Per tutelare i diritti dei padri ad avere un rapporto sereno, la nostra associazione in collaborazione con altre realtà del territorio si propone di dare assistenza ai quei genitori che vivono le difficoltà della separazione, anche grazie all'aiuto di psicologi e legali». I papà in difficoltà hanno tempo un anno per rimettersi in piedi e proseguire poi con le loro forze.
di Ro. Can.

Leggi l'articolo

Commenti  

+2 #1 Uomo pensante 2013-08-26 11:29
E in atto nel mondo occidentale una guerra tra generi. Alcuni movimenti (femministe ,ass. per i diritti degli omosessuali, vari gruppi radicali che controllano molte agenzie di informazione, in Italia quelli che si occupano di "pari opportunità" a tutti i livelli istituzionali)l avorano per la distruzione della famiglia perchè considerata un istituto Patriarcale e quindi antifemminista e omofobo perchè fondato sull'eterosessu alità. Ci sono quasi riusciti perchè il maschile è escluso nell'educazione dei figli( nelle scuole Italiane i bambini sono discriminati rispetto alle bambine _dati O.c.s.e) e nella separazione viene estromesso violentemente e destituito del suo ruolo genitoriale.Ha solo un esiguo diritto di visita(derivato dal regolamento penitenziario), privato di dignità, della casa e vessato con un mantenimento calibrato,con percentuali predatorie ,solo sul suo reddito e non su quello di entrambi i genitori. In alcuni paesi come la Spagna il femminismo sinistrorso è riuscito a negare con una legge la paternità naturale ,ma ha trasformato questa in una funzione non più il Padre e la Madre ma il genitore A e il genitore B per non offendere la sensibilità degli omosessuali!! L'ultimo baluardo di Paternità simbolica il Papa è stato recentemente attaccato da gruppi di femministe ,e la Chiesa è attaccata continuamente da "ingigantite " notizie di pedofilia da media che perseguono sempre lo stesso fine. Attenzione accusare di delitti odiosi è una tecnica consueta nella strateggia per annientare il nemico: non dimentichiamo nella soria che prima erano gli Ebrei che mangiavano i bambini ,poi i comunisti, fino a qualche anno fà c'era un numero impressionante di false accuse di pedofilia contro i padri separati che lottavano per mantenere un rapporto con i loro bambini. Adesso per piegare gli uomini che si"ribellano " l'accusa di pedofilia è passata di moda ed è stata sostituita da innumerevioli false accuse di stolking.
La tecnica è consueta per fare approvare la legge sull'aborto falsi dati (3 milioni di aborti clandestini,20. 000 morti per abort0),poi cambiare il linguaggio non si tratta di interrompere una vita ,ma di una asettica eliminazione di un "prodotto del concepimento", e l'aborto non è fatto per renderte le donne libere dalle gravidanze scomode una "pillola" del giorno dopo o di qualche mese dopo, ma un operzione altamente civile per la tutela della salute mentale delle donne. Cosi oggi si approva una legge illiberale che ancor di più considera gli uomini non degli uguali di fronte alla legge ma una categioria speciale ,tipo mafiosi o terroristi. Quindi non innocenti fino a prova contraria ma colpevoli fino a "prova"? contraria.
Anche in questo caso per fare approvare una legge infame prima la preparazione mediatica con finte notizie di molestie sessuali ( con dei numeri esagerati e non veri) .La notizia falsa passa, la smentita con le scuse è un trafiletto piccolo e silenzioso. Altra bufala il femminicidio,i reati contro la donna in Italia sono i più bassi in Europa ,meno che in Svizzera e nelle civilissime socialdemocrazi e del nord Europa.
In più seconda menzogna questi delitti sempre da condannare non sono dovuti all'igiustifica to macismo di un uomo rozzo e violentatore ma spesso questi delitti sono legati alla separazione e sono dovuti alla disperazione per la perdità dei propri figli da parte dei padri. Capire le vere motivazioni non significa giustificare ma mettere in atto dei comportamenti che sicuramente ridurrebbero quesi delitti quasi azzerandoli.
Citazione | Segnala all'amministratore

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna